Stai con un narcisista patologico?

relazione con un narcisista

Tabella dei contenuti

Avere una relazione con un narcisista patologico è dannoso

Se hai una relazione con un narcisista patologico potresti vivere una relazione altamente tossica, che sta danneggiando la tua salute fisica e psicologica.
Se non sai bene chi è un narcisista patologico, ti invito a leggere gli altri articoli, iniziando da: Riconoscere il narcisista patologico.

Qui di seguito ti descrivo alcuni segnali che possono indicare che hai una relazione con un narcisista patologico.

Segnali che hai una relazione con un narcisista

Ecco alcuni segnali a cui fare attenzione se pensi che il tuo partner possa essere un narcisista patologico:

  • È sempre colpa tua: anche se non fa qualcosa che ti aveva promesso, darà la colpa
    a te. Per ogni cosa, anche le sue mancanze, la colpa è sempre tua;
  • Dirotta tutte le conversazioni: il narcisista ama ascoltare la propria
    voce e parlare di se stesso e di ciò che ha fatto. Ogni discorso quindi verterà su quanto è bravo e bello, o abbia ragione;
  • Si mette in mostra, anche in modo sgradevole, non per forza vantandosi;
  • Infrange sempre le promesse e oltrepassa i limiti: il narcisista non ha rispetto per i pensieri o i sentimenti di nessuno, perché ha un’empatia molto ridotta;
  • La tua opinione non vale niente: se non sei d’accordo con il suo punto di vista, il narcisista sminuirà il tuo e ti dirà che tu o la tua opinione siete stupidi, e che solo la sua opinione è corretta;
  • Deve essere il migliore: il narcisista rincorre fama e gloria in ogni modo possibile. Vuole il meglio e lo deve sfoggiare;
  • Lui è importante, tu no: il narcisista si aspetta che tu dimentichi i tuoi bisogni e desideri, e ti concentri completamente sui suoi. E lo dà per scontato, non ti ringrazierà per averlo fatto!
  • Mai metterlo in discussione o criticarlo: il narcisista non sa gestire il rifiuto o le critiche, esse portano solo a fargli mettere il broncio o a iniziare
    un’altra discussione, oppure a farlo scappare via o farlo diventare emotivamente distaccato;
  •  Spesso agisce mosso dalla gelosia o dall’invidia.

Abuso emotivo

Una caratteristica importante e presente nella relazione con un narcisista patologico, in particolare con narcisista tossico, è l’abuso emotivo.

Il narcisista spesso mette in atto il gaslighting e la manipolazione emotiva.

Consiste nel far dubitare al partner di percepire la realtà correttamente. È una modalità molto subdola e nociva. Essendo un argomento complesso, lo tratterò in particolare in questo articolo: Caratteristiche del narcisista manipolatore

Ma se è così dannoso, come mai ci si casca e non si riesce facilmente a separarsi da un narcisista?

Il narcisista patologico è molto bravo ad adescare la preda. Quando vuole qualcosa, sa essere molto affascinante e pur non provando empatia, è molto bravo a mostrarsi il partner perfetto, che esaudirà ogni tuo bisogno.

Si impegna molto in ogni obiettivo che vuole raggiungere, se ritiene che gli convenga per qualche motivo.

Ma nelle relazioni farà quel tanto che basta per catturare la preda: nel momento in cui la partner è cotta, è nelle sue mani, e capisce che non se ne andrà, si trasforma e viene fuori allo scoperto. Gioca col bastone e la carota: quando deve riconquistare convince la partner di essere tutto ciò di cui ha bisogno; quando ce l’ha in pugno, riprende a sminuirla e a maltrattarla.

È per questo che è molto difficile uscire da una relazione tossica con un narcisista.
Riesce a convincerti di essere la persona perfetta per te, e quando ti rendi conto che qualcosa non va, sei intrappolata. È difficile riuscire ad uscire con le proprie forze da una relazione del genere. Spesso è necessario l’aiuto di un professionista, e di certo serve questo aiuto per curare le ferite subite. 

Condividi articolo

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.